Vai al contenuto principale

“Status personae e diritti fondamentali” è il titolo del convegno internazionale che si è svolto alla Sala “Brugnoli”, di Palazzo Cesaroni di Perugia. Un convegno dedicato agli studi del Prof. Antonio Palazzo, Maestro del diritto privato dell'Ateneo perugino.

Alla presenza, tra gli altri, del presidente dell’Assemblea legislativa della Regione Umbria Donatella Porzi, del Pro-Rettore dell’Unipg Fabrizio Figorilli e di Antonio Bartolini, coordinatore del progetto  scientifico, c’era anche tutto il gotha della ricerca internazionale giunto a Perugia in onore degli 80 anni del prof. Palazzo, uno studioso di origine siciliana che ha fatto scuola in Umbria, in Sicilia in Italia e nel resto del mondo. Quest’aspetto, più volte ribadito dagli illustri ospiti-  è uno dei tre filoni più importanti della produzione scientifica dello studioso, quella degli status della persona. Con il convegno dal titolo “Status personae e diritti fondamentali” - I Sessione “Status ed Integrazione Giuridica”  si concludono a Perugia  le attività del Progetto Jean Monnet EuroStatus “Status within European Union  Law”, coordinato dal Prof. Antonio Bartolini del Dipartimento di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Perugia. 


Sono intervenuti,  oltre a giuristi dell’Università degli Studi di Perugia, tra i quali Andrea Sassi e Stefania Stefanelli, anche studiosi dell’Università Complutense di Madrid (Raúl L. Canosa Usera), dell’Università di Torino (Andrea Trisciuoglio), dell’Università di Buenos Aires (María Isolina Dabove) e della Università di Osijeku, Croazia (Tunjia Petrasevic, Paula Poretti). Hanno portato il loro saluto il Prorettore Vicario dell'Università degli Studi di Perugia, Fabrizio Figorilli; il Direttore del Dipartimento di Giurisprudenza, Giovanni Marini; il Procuratore Generale della Corte d'Appello di Perugia, Fausto Cardella; il Rettore dell'Università per Stranieri di Perugia, Giovanni Paciullo.    Il Progetto EuroStatus, finanziato nell'ambito del Programma Erasmus+ - “Jean Monnet Activities” dell'Unione Europea, nel corso di due anni, si è occupato di analizzare come il processo d’integrazione europea ha cambiato diritti e obblighi delle persone introducendo nuovi status, come quello di consumatore e cittadino dell'Unione Europea o cambiando il significato di altri come imprenditore o familiare. EuroStatus coinvolgerà molti studiosi europei e latinoamericani e sarà realizzato in collaborazione con il CNR-ISAFoM. La giornata di studio è stata anche l’occasione per presentare le prime riflessioni a giudici, funzionari dell’amministrazione della giustizia, docenti e professionisti provenienti da Argentina, Messico e Paraguay, presenti a Perugia per il corso di formazione e aggiornamento coordinato dal Calogero Pizzolo dell’Università di Buenos Aires e da Roberto Cippitani dell’Università degli Studi di Perugia e dedicato alla “Protecciόn supranacional de los derechos humanos”, oramai alla sua quarta edizione.

Vai a inizio pagina
Sommario