Vai al contenuto principale

Di seguito le Delibere del Consiglio di Amministrazione del 12 aprile 2017.

O.d.G. n. 3) Oggetto: Modifiche Regolamento Didattico d’Ateneo – parere.


v  di rendere parere favorevole alle modifiche al vigente Regolamento Didattico di Ateneo, nel testo allegato sub lett. A2) al presente verbale per farne parte integrante e sostanziale, subordinatamente alle seguenti ulteriori modifiche agli artt. 22, comma 7, 23, comma 5, 50, commi 2 e 6, e 30, comma 4 del Regolamento Didattico (le modifiche sono evidenziate in grigio):

Art. 22 c. 7 Corsi di Studio dipartimentali

7. Il Consiglio di Dipartimento può attribuire ad un unico Consiglio Intercorso la gestione delle attività didattiche di più Corsi di Studio di sua pertinenza, fermo restando che tali Corsi devono appartenere alla stessa classe di Laurea o di Laurea Magistrale, come definite dalla normativa vigente, o presentare affinità culturali o omogeneità rispetto alle finalità formative e anche se corsi di livello diverso e/o interdipartimentali.

Art. 23 c. 5 Corsi di Studio interdipartimentali

5. I Corsi di Studio interdipartimentali devono avere un Consiglio di Corso, composto secondo quanto previsto dal comma 4 dell’art.22. Il Consiglio del Dipartimento responsabile, sentiti i Dipartimenti interessati, può proporre che la gestione delle attività didattiche di più Corsi di Studio interdipartimentali, anche di livello diverso e/o dipartimentali, sia attribuita ad un unico Consiglio Intercorso Interdipartimentale, in conformità a quanto previsto dal comma 7 dell’art. 22.

Art. 50 Prove finali per il conseguimento dei titoli accademici

2. La preparazione della prova finale avviene con la supervisione di un docente che assume la funzione di relatore. Il relatore può essere anche affiancato da un correlatore, durante tutto il corso dell’elaborazione. Possono essere relatori della prova finale i professori e i ricercatori di ruolo e quelli a tempo determinato, nonché docenti a contratto purché il provvedimento della nomina sia adottato dalla struttura didattica competente entro la vigenza del relativo contratto. Ogni elaborato finale deve riportare il nome del docente relatore e quello dell’eventuale correlatore. Ai fini della discussione della prova finale, le strutture possono provvedere a nominare, oltre al relatore ed eventuale correlatore, uno o più controrelatori che non abbiano partecipato alla preparazione della prova finale. Correlatori e controrelatori possono essere docenti di altro Ateneo, nonché, esclusivamente in qualità di membri aggiunti nelle commissioni di cui alla comma 6, esperti.

6. La discussione della prova finale è svolta dinanzi ad apposite Commissioni composte da almeno sette membri e da non più̀ di undici professori, ricercatori dell’Ateneo e da cultori della materia in numero massimo di due unità. Il Rettore nomina la Commissione per la discussione della prova finale e il relativo Presidente, su proposta del Consiglio di Corso di Studio al quale è iscritto il laureando o su proposta del Consiglio di Dipartimento competente ove non previsto il Consiglio di Corso di Studio.

Art. 30 Crediti formativi universitari

4. Considerando le diverse esigenze dei Corsi di Studio, connesse anche all’applicazione di specifiche normative nazionali o europee, e la tipologia delle attività didattiche, di norma un CFU corrisponde a:

• 6 - 9 ore di lezione frontale;

• 12 - 16 ore di attività in laboratorio o esercitazione guidata;

• 18 - 25 ore di formazione professionalizzante (tirocini, attività con guida diretta del docente su piccoli gruppi di studenti), oppure di studio assistito (esercitazione autonoma degli studenti in aula/laboratorio, con assistenza didattica).

Fanno eccezione i Corsi di Laurea Magistrale a Ciclo Unico in Medicina Veterinaria, in Ingegneria edile – Architettura, in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche e in Farmacia che devono rispettare le norme europee.

O.d.G. n. 4) Oggetto: Regolamento di Ateneo sui Cultori della Materia – parere.

Su indicazione dell'Ufficio istruttore, il punto viene ritirato.

O.d.G. n. 5) Oggetto: Modifiche all’allegato A al Regolamento di funzionamento del Dipartimento di Scienze Chirurgiche e Biomediche - Parere.

v  di esprimere parere favorevole all’approvazione delle modifiche all’allegato A al Regolamento di funzionamento del Dipartimento di Scienze Chirurgiche e Biomediche, così come deliberato dal Consiglio del Dipartimento medesimo nella seduta del 7 febbraio 2017, nel testo allegato al presente verbale sub lett. B) per farne parte integrante e sostanziale, ove le parti modificate sono evidenziate in grassetto.

O.d.G. n. 6) Oggetto: Piano dismissioni immobili d’Ateneo: proposte e determinazioni.

v   di condividere il Verbale della Commissione del 24 febbraio 2017 individuando nell’allegato al presente verbale per farne parte integrante e sostanziale, sub lett. C1), l’elenco degli immobili (edifici e terreni) immediatamente alienabili;

v   di far rientrare nel patrimonio indisponibile dell’Ente quegli immobili che a giudizio della Commissione risultano essere utilizzati/utilizzabili per le finalità istituzionali dell’Ateneo di cui all’allegato al presente verbale per farne parte integrante e sostanziale sub lett. C2);

v di autorizzare i competenti Uffici all’effettuazione di ulteriori approfondimenti tecnici relativamente agli immobili di cui all’allegato al presente verbale per farne parte integrante e sostanziale sub lett. C3);

v di autorizzare l’Ufficio Patrimonio Immobiliare ad effettuare le necessarie perizie per l’individuazione dell’esatto valore di mercato di ogni singolo immobile da dismettere, le necessarie autorizzazioni da parte del preposto Ente di Soprintendenza, oltre che a tutti quegli atti necessari al reintegro dei terreni nel contratto di convenzione FUAA;

v di autorizzare la vendita, subordinata al decorso del termine previsto dall’art. 2 comma 5 del Decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 16 marzo 2012 ove questo non ancora acquisito;

v  di demandare allo stesso Consiglio, a conclusione delle procedure di dismissione, di valutare ove indirizzare gli eventuali proventi attraverso l’adozione di uno specifico Piano di Investimento, anche sulla base dei ragionamenti affrontati dalla Commissione all’uopo nominata.

O.d.G. n. 7) Oggetto: Progetto di ricerca e sviluppo nel campo delle energie rinnovabili e coltivazione in serre con impianti fotovoltaici integrati - Approvazione convenzione con il CIRIAF e stanziamento relativi fondi.

v  di approvare la Convenzione tra l’Università degli Studi di Perugia ed il CIRIAF secondo lo schema allegato sub lett. D) al presente verbale per farne parte integrante e sostanziale, dando mandato al Magnifico Rettore di sottoscrivere la stessa con ogni più ampio potere, compreso quello di apportare eventuali integrazioni e/o modifiche all’atto medesimo che si rendessero necessarie;

v  di iscrivere, per quanto espresso in premessa, il credito verso la società Altomonte F.V. per l’importo complessivo di euro 250.000,00 (di cui euro 125.000,00 già introitati) nel contratto attivo n. 443/2016, voce COAN 03.02.07.01.01.01 “Contributi per investimenti da imprese private” UA.PG.ACEN.ATTTECNICA, progetto SERREFOTOVOLTAICHE;

v  di accantonare, nelle more della sottoscrizione della Convenzione, con una scrittura COAN anticipata, la somma di € 76.280,00 relativa alla Convenzione medesima con il CIRIAF, a valere sulla voce COAN 04.12.01.01.04.03 “Costi per movimentazioni interne” UA.PG.ACEN.ATTTECNICA previa variazione al Bilancio unico di Ateneo di previsione annuale autorizzatorio del corrente esercizio:

COSTI

Voce COAN 01.11.01.01.01

“Fondo di riserva vincolato ad investimenti”

UA.PG.ACEN.ATTTECNICA

PJ SERREFOTOVOLTAICHE                                                        € - 76.280,00

Voce COAN 04.12.01.01.04

“Trasferimenti interni per restituzioni e rimborsi”

UA.PG.ACEN.ATTTECNICA

PJ SERREFOTOVOLTAICHE                                                                 € + 76.280,00

O.d.G. n. 8) Oggetto: Interventi di messa a norma per l’ottenimento del certificato di prevenzione incendi dell’edificio denominato Palazzo Murena - Codice commessa 01-23.

v  di autorizzare la Ripartizione Tecnica ad avviare le procedure per l’affidamento dei servizi di ingegneria per l’intero importo dei lavori come da quadro economico riportato in narrativa con previsione di predisporre dei lotti funzionali entro la disponibilità finanziaria allo stato presente;

v  di autorizzare gli uffici competenti della Ripartizione Tecnica e della Ripartizione Affari Legali ad attivare la seguente procedura di gara:

-   affidamento ai sensi del combinato disposto degli art 157, co. 2 ultimo periodo e del art. 60 del D.Lgs. 50/2016 dei servizi di ingegneria relativi alla progettazione definitiva, esecutiva, coordinamento della sicurezza in fase di progettazione, direzione dei lavori e coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione, dell’intervento volto all’ottenimento del certificato di prevenzione incendi dell’edificio denominato Palazzo Murena sede centrale dell’Ateneo, secondo quanto indicato nel quadro economico riportato in narrativa;

v  di autorizzare il Dirigente della Ripartizione Tecnica a convocare la Conferenza di servizi decisoria ai sensi dell’art. 14 della legge n. 241/1990e s. m. e i. sul progetto definitivo, non appena disponibile;

v  di sottoporre all’esame di questo Consesso, una volta conclusa la conferenza di servizi decisoria, il progetto definitivo, al fine di assumere le determinazioni in merito allo sviluppo delle successive fasi progettuali e di esecuzione dei lavori nonché quelle relative alla copertura finanziaria dell’intervento, mediante integrazione dei fondi attualmente disponibili, pari ad € 748.058,20, attingendo da altri fondi per interventi di messa a norma degli edifici dell’Ateneo.

O.d.G. n. 8bis) Oggetto: Procedura aperta per l'affidamento dei servizi di copertura assicurativa dell'Ateneo.

v di autorizzare l’esperimento di una procedura aperta, ai sensi dell’art. 60 del D.Lgs. n. 50/16, per l’affidamento dei servizi di copertura assicurativa dell’Università degli Studi di Perugia, da aggiudicarsi in base al criterio del prezzo più basso, ai sensi dell’art. 95, co. 4 del D.Lgs. n. 50/2016;

v di approvare i capitolati speciali d’appalto delle seguenti polizze:

-      ALL RISKS base d’asta € 240.000,00

-      INFORTUNI base d’asta € 33.000,00

-      RCT/O base d’asta € 45.000,00

-      PATRIMONIALE base d’asta € 35.000,00

-      SANITARIA base d’asta € 40.000,00 di cui € 10.000,00 extra UE ed € 30.00,00 UE

-      LIBRO MATRICOLA base d’asta € 40.000,00

-      KASKO base d’asta € 4.000,00

-      DANNI AMBIENTALI base d’asta € 25.000,00;

v di nominare quale responsabile del procedimento, ai sensi degli artt. 4 e 5 della legge 7 agosto 1990, n. 241, dell’art. 31 del D.Lgs. n. 50/2016, nonché delle pertinenti Linee Guida ANAC il Rag. Marco Giommini, Ufficio Appalti;

v di demandare al Direttore Generale, con proprio e separato provvedimento, l’approvazione degli atti di gara necessari per dare corso all’affidamento in trattazione, con ogni ampio potere, compreso quello di apportare eventuali integrazioni e/o modifiche ai suddetti capitolati speciali d’appalto che si rendessero necessarie;

v di disporre che il costo totale presunto annuo per i servizi di copertura assicurativa dell’Ateneo, pari ad € 469.000,00, graverà sulla voce COAN 04.09.08.06.04.01 “Assicurazioni” UA.PG.ACEN.ATTLEGALE.APPALTI del bilancio unico di Ateneo di previsione autorizzatorio dell’esercizio 2018 e dei relativi esercizi successivi di competenza;

v di non procedere all’attivazione del servizio di brokeraggio assicurativo per la gestione delle future polizze e, conseguentemente, di espungere da ogni capitolato la relativa clausola e le parti ad essa collegate.

O.d.G. n. 9) Oggetto: Determinazione del 5% dell’organico dei professori e dei ricercatori di ruolo - Legge n. 240/2010, Art. 23, comma 1 - A.A. 2017/2018.

v  di approvare per l’a.a. 2017/18 il riparto tra i Dipartimenti del 5% dell’organico dei professori e ricercatori di ruolo in servizio presso l’Ateneo entro cui poter attivare i contratti di insegnamento a titolo gratuito ai sensi dell’art. 23, comma 1, Legge 240/2010, secondo le modalità di calcolo esplicitate in premessa e come riportato nella tabella allegata al presente verbale sub lett. F) per farne parte integrante e sostanziale;

v  di consentire eventuali scambi a compensazione tramite accordi tra i Dipartimenti interessati, invitando – pertanto – i Dipartimenti ad una tempestiva comunicazione dei contratti non utilizzati all’Ufficio competente.

O.d.G. n. 10) Oggetto: Proroga contratto n. 9/2014 - Ricercatore tempo determinato ex art. 24, comma 3, lettera a) Legge 240/2010.

  1. di autorizzare, ai sensi e per gli effetti dell’art. 2, comma 3, e dell’art. 4 del “Regolamento per l’assunzione di Ricercatori con contratto di lavoro subordinato a tempo determinato ai sensi della legge 30.12.2010 n. 240”, subordinatamente al parere favorevole della commissione nominata ai sensi dell’art. 11 bis del Regolamento per l’assunzione di Ricercatori con contratto di lavoro subordinato a tempo determinato ai sensi della legge 30.12.2010 n. 240, la proroga per un ulteriore anno con regime di tempo definito del contratto n. 9/2014, relativo ad un posto di ricercatore a tempo determinato ex art. 24, comma 3, lettera a) della Legge 240/2010, ricoperto dalla Dott.ssa Benedetta CARLOTTI - settore concorsuale 03/A2- Modelli e Metodologie per le scienze chimiche - SSD CHIM/02- Chimica Fisica - per le esigenze del Dipartimento di Chimica, Biologia e Biotecnologie e per le esigenze del Centro di Eccellenza Materiali innovativi nanostrutturali per applicazioni chimiche, fisiche, biomediche (CEMIN) così come richiamata in premessa;

2) di dare esecuzione, conseguentemente, al Decreto del Segretario Amministrativo del CEMIN n. 1 del 28.03.2017, inviato per conoscenza al Collegio dei Revisori dei Conti, nella parte in cui si autorizza l’Ufficio Budgeting e Bilancio Unico di Ateneo ad effettuare la partizione della voce COAN C.A.04.08.01.01.08 “Costo per Competenze fisse del personale ricercatore a tempo determinato” dalla UA.PG.CEMIN del Centro di Eccellenza Materiali innovativi nanostrutturali per applicazioni chimiche, fisiche, biomediche alla UA.PG.ACEN.ATTPERSON per l’importo di € 39.000,00 e l’Ufficio Stipendi ai successivi pagamenti a copertura della proroga del contratto n. 9/2014 come sopra autorizzata:

DIPARTIMENTO

SETTORE CONCORSUALE

e SSD

Proroga Contratto

PROGETTO CONTABILE

PJ

Dipartimento di Chimica, Biologia e Biotecnologie - CEMIN

03/A2

CHIM/02

14.06.2017 -13.06.2018 Tempo definito

€ 39.000,00

PJ 2017_12

O.d.G. n. 11) Oggetto: Personale a tempo determinato: proroghe.

vdi autorizzare, dando mandato al Direttore Generale di adottare tutti gli atti di competenza:

A1) la proroga fino 08.11.2018 del “Progetto di miglioramento servizi offerti agli studenti coinvolti in scambi internazionale” in atto presso l’Area Relazioni Internazionali – Ufficio Mobilità Studenti (scadenza prevista 8.05.2017) e la proroga per ulteriori 18 mesi a decorrere dal 09.05.2017 e fino al 08.11.2018 del contratto di lavoro subordinato a tempo determinato e con orario di lavoro a tempo pieno stipulato con la Dott.ssa Monia Montagnini, categoria C/C1, area tecnica, tecnico scientifica ed elaborazione dati atteso il perdurare delle esigenze di carattere esclusivamente temporaneo o eccezionale funzionali all’espletamento delle attività di supporto tecnico relative al citato progetto di miglioramento servizi agli studenti.

Il costo complessivo relativo alla proroga di cui trattasi previsto nella misura euro 46.114,80 non graverà sul FFO ma sulla Voce COAN CA 09.90.01.01.02 “Rapporti Internazionali, scambi culturali – Budget economico” UA.PG.ACEN.DIRGEN.RELAZINTER.PROGRAMUE (PJ: ERASMUSPLUS_2017);

Alla luce di quanto sopra esposto trattandosi di un rapporto di lavoro flessibile strumentale a un progetto di miglioramento servizi a favore degli studenti, i cui oneri non gravano sul F.F.O., la presente fattispecie rientra nella previsione di cui all’art. 1, comma 188, della legge n. 266 del 23.12.2005, quindi non si applica alla medesima il limite di spesa di cui all’art. 9, comma 28, del D.L. 78/2010 convertito in L. 122/2010; tale fattispecie non rientra nella previsione di cui all’art. 5, comma 5, del D.Lgs. 49/2012 e, pertanto, rileva ai fini dell’indicatore di cui all’art. 5, commi 1 e 6, del citato D.Lgs. n. 49/2012;

v  di non autorizzare:

A2) la proroga, per ulteriori 12 mesi a decorrere dal 05.07.2017 e fino al 04.04.2018, del contratto di lavoro subordinato a tempo determinato e con orario di lavoro a tempo pieno stipulato con il Dott. John Oslansky, collaboratore ed esperto linguistico di madrelingua inglese, per esigenze di carattere esclusivamente temporaneo in quanto si rende necessario portare a completamento le attività inerenti il “Progetto di miglioramento servizi a favore degli studenti per l’apprendimento delle lingue straniere 2012/2017” prorogato fino al 31.10.2020 con decreto n. 5/2016 ratificato dal Consiglio del CLA in data 20.12.2016.

A3) la proroga per la durata di 12 mesi a decorrere dal 09.05.2017 del contratto di lavoro subordinato a tempo determinato con prestazione lavorativa a tempo pieno del Dott. Leonardo Gatticchi, cat. D, pos. ec. D1, area tecnica, tecnico scientifica ed elaborazione dati, atteso il perdurare delle esigenze di carattere esclusivamente temporaneo in quanto strettamente legata al completamento delle attività del progetto di miglioramento servizi agli studenti dal titolo “Progetto di miglioramento servizi a favore degli studenti del Corso di Laurea in Infermieristica, sede di Terni, tramite attivazione manutenzione e utilizzazione di un Laboratorio Didattico” in atto presso il Polo Scientifico Didattico di Terni, Corso di laurea in Infermieristica, sede di Terni, afferente al Dipartimento di Medicina Sperimentale di questa Università (scadenza prevista 31.12.2018);

v di autorizzare il costo complessivo nel modo di seguito indicato:

- per la proroga di cui al punto A1) riferito alla Dott.ssa Monia Montagnini, Area Relazioni Internazionali previsto per l’anno 2017 nella misura di Euro 46.114,80 comprensivo degli oneri a carico dell’Ente sulla voce COAN CA.04.08.02.04.01 “Costo del personale tecnico-amministrativo a tempo determinato” UA.PG.ACEN.ATTPERSON del bilancio di previsione autorizzatorio dell’esercizio 2017 e dei relativi esercizi di competenza apportando la seguente variazione al bilancio di previsione autorizzatorio dell’esercizio 2017:

Voce COAN

Ca 03.05.01.09.01 “Trasferimenti interni correnti”

UA.PG.ACEN.ATTPERSON                                                                 + 46.114,80

Voce COAN

CA.04.08.02.04.01 “Costo del personale tecnico-amministrativo a tempo determinato”

UA.PG.ACEN.ATTPERSON.                                                                + 46.114,80

a seguito del trasferimento interno della suddetta somma di euro 46.114,80 dalla Voce COAN.CA.04.12.01.01.01.02 “Oneri interni per trasferimento di costi di personale” a valere sulla coordinata “PJ: ERASMUSPLUS_2017” UA.PG.ACEN.DIRGEN.RELAZINTER.PROGRAMUE (collegata alla Voce COAN CA 09.90.01.01.02. “Rapporti Internazionali, scambi culturali - Budget economico”) alla Voce COAN CA 03.05.01.09.01.02 “Ricavi interni per trasferimenti di costi di personale” UA.PG.ACEN.ATTPERSON.

O.d.G. n. 12) Oggetto: convenzione tra l’Università degli Studi di Perugia e l’Università degli Studi di Verona per lo svolgimento del progetto SIR 2014 “Erythrocytes as carriers of oxalate-degrading enzymes: an innovative approach for the treatment of hyperoxaluria” (RBSI148BK3) - Principal Investigator: Prof.ssa Barbara Cellini. Approvazione schema di convenzione.

v  di approvare lo schema di convenzione, nel testo allegato sub lett. I) al presente verbale per costituirne parte integrante e sostanziale, da stipulare con l’Università degli Studi di Verona per lo svolgimento del progetto SIR 2014 richiamato nelle premesse, nonché per la gestione degli aspetti amministrativo contabili connessi e conseguenti al trasferimento del predetto progetto presso l’Università degli Studi di Perugia;

v  di demandare, all’Area Gestione, rendicontazione e audit del Centro Amministrativo di supporto alla Ricerca (CAR), la verifica dell’ammissibilità dei costi progettuali sostenuti dall’Università degli Studi di Verona, nonché l’acquisizione e il controllo della relativa documentazione amministrativo contabile, da effettuarsi ai sensi dell’Annex 4 del Bando SIR 2014 e della nota ministeriale prot. n. 8109/2014 di cui alle premesse;

v  di autorizzare il Rettore alla sottoscrizione della convenzione subordinatamente all’accertamento della regolarità della documentazione amministrativo contabile, relativa ai costi ritenuti ammissibili, e alla conseguente determinazione, in via definitiva, dell’importo del contributo ministeriale residuo che sarà trasferito, per il prosieguo delle attività sperimentali, dall’Università degli Studi di Verona all’Università degli Studi di Perugia.

 

O.d.G. n. 12bis) Oggetto: Accordo di collaborazione tra l’Università degli Studi di Perugia e la Conselleria de cultura, educacion e ordenacion universitaria della Xunta de Galicia per l’insegnamento, la ricerca e la promozione della lingua, letteratura e della cultura – a.a. 2017/18.

v di approvare l’Accordo di collaborazione tra l’Università degli Studi di Perugia e la Conselleria de cultura, educacion e ordenacion universitaria della Xunta de Galicia per l’insegnamento, la ricerca e la promozione della lingua, letteratura e della cultura a valere per l’a.a. 2017/18, allegato sub lett. L) al presente verbale per farne parte integrante e sostanziale, autorizzando il Rettore a sottoscriverlo con ogni più ampio potere, compreso quello di apportare eventuali integrazioni e/o modifiche all’atto medesimo che si rendessero necessarie;

v di nominare il Prof. Carlo Pulsoni (L-FIL-LET/09) referente d’Ateneo per l’attuazione dell’Accordo succitato.

Non essendovi altro argomento all’ordine del giorno da trattare, la seduta ordinaria del Consiglio di Amministrazione del 12 aprile 2017 termina alle ore 16:12.

       IL SEGRETARIO VERBALIZZANTE                         IL PRESIDENTE        

     (Dott.ssa Alessandra De Nunzio)                   (Rettore Prof. Franco Moriconi)

Vai a inizio pagina
Sommario