Vai al contenuto principale

Una settimana dedicata alla sensibilizzazione di giovani, adulti e anziani sull'importanza della conoscenza del più complicato e sconosciuto organo del nostro corpo: il cervello.

È la Settimana Mondiale del Cervello, campagna coordinata dalla European Dana Alliance for the Brain in Europa, e dalla Dana Alliance for Brain Initiatives negli Stati Uniti, che quest’anno si svolge dal 13 al 19 marzo. L’iniziativa coinvolge psicologi, neuroscienziati e altri professionisti del settore della salute. In Italia, l’evento è animato da Hafricah.NET, portale di divulgazione neuroscientifica e partner ufficiale della Dana Foundation. Tra il 13 e il 19 marzo tutto lo stivale, isole comprese, sarà animato da una serie di eventi completamente gratuiti sulle tematiche riguardanti le neuroscienze che testimoniano l'entusiasmo di singoli professionisti, associazioni, centri di ricerca, cultori della materia, appassionati, pazienti, insegnanti e studenti. In programma oltre trecento appuntamenti in più di centocinquanta città italiane: laboratori interattivi, screening, mostre, cineforum, dibattiti, tour guidati nei centri di ricerca e tanto altro. L’obiettivo è rendere accessibili ai cittadini i dati della ricerca neuroscientifica, per sensibilizzare al mantenimento di una buona salute cerebrale e all’assunzione di corrette abitudini quotidiane, indispensabili per una prevenzione attiva. Il calendario è costantemente in evoluzione sul sito www.settimanadelcervello.it e sulle pagine Facebook “Settimana Mondiale del Cervello”. La seconda edizione della “Brain Awareness Week-Umbria2017” si svolgerà prevalentemente sul territorio di Perugia, Gubbio e Assisi, sotto l’organizzazione e il coordinamento della Dr.ssa Corinna Bolloni e della Dr.ssa Majla Trovato, partner ufficiali della Dana Foundation, e del Prof. Guglielmo Sorci, docente di Anatomia Umana del Dipartimento di Medicina Sperimentale dell’Ateneo perugino. Il progetto ha ottenuto il patrocinio della Regione Umbria, del Comune di Perugia, dell’Ordine degli Psicologi dell’Umbria, dell’Università degli Studi di Perugia, della Scuola di Medicina e Chirurgia, dell’Accademia Anatomico-Chirurgica, e di molte associazioni ed enti territoriali e nazionali (IPGE, ANDID, Istituto Casoria di Assisi).

La giornata inaugurale del 13 marzo sarà caratterizzata dal coinvolgimento dell’Ateneo perugino con una giornata scientifico-divulgativa incentrata sulla ‘Neurofisiologia e Neuropatologia del Linguaggio’ che si svolgerà presso l’Aula Magna della Scuola Interdipartimentale di Medicina e Chirurgia, dove interverranno illustri docenti come il Prof. Rosario Donato docente di Neuroanatomia (Basi Neuroanatomiche del Linguaggio), la Prof.ssa Patrizia Mecocci docente di Gerontologia e Geriatria (La Demenza Frontotemporale: eterogeneità clinica e patologica) e il Prof. Massimo Piccirilli docente Neurologia e Psichiatria (Neuroplasticità e Riabilitazione dell'Afasia). Nei giorni successivi verranno trattati argomenti come la gestione delle emozioni in ambito sanitario con un laboratorio teatrale dal titolo “Teatro & Salute – La ricetta del saper essere” e una conferenza presso la Biblioteca San Matteo degli Armeni. Quindi si parlerà con esperti del settore delle ultime ricerche in ambito di “Declino Cognitivo e delle nuove prospettive d’intervento”. Ci sarà una giornata rivolta all’ “Educazione alla Responsabilità Alimentare in età Pediatrica” con la partecipazione di dietiste e psicologi. Si parlerà di “ArteTerapia” con un laboratorio esperienziale a Gubbio e di “Medicina Integrata” ad Assisi, mentre la Scuola di specializzazione in Psicoterapia della Gestalt Espressiva (IPGE) con sede a Perugia organizzerà un’interessante incontro pratico di “Video-terapia”. L’ultima giornata sarà incentrata sulle tematiche riguardanti il Gioco d’Azzardo Patologico, con ospiti esperti provenienti da tutto il territorio nazionale. Il tema della prevenzione e della promozione della salute è da sempre il filo conduttore della manifestazione e in virtù di tali principi durante tutta la settimana verranno accolte le richieste per gli screening cognitivi gratuiti inseriti nell’iniziativa ‘Studi Aperti’. Per maggiori informazioni consultare www.hafricah.net.

Vai a inizio pagina
Sommario