Vai al contenuto principale

“Raccontare lo sport. Dalla radio alla rete”  è il titolo dell’incontro che si svolgerà martedì 28 marzo 2017, alle ore 15, nell’Aula 1 di Scienze Politiche dell’Università di Perugia, in Via Pascoli 20.

L’iniziativa vedrà Riccardo Cucchi (giornalista RAI e storica voce della trasmissione “Tutto il calcio minuto per minuto”) confrontarsi con Andrea Di Caro (giornalista e responsabile del sito gazzetta.it) e con Luca Garosi (giornalista RAI e coordinatore didattico della Scuola di giornalismo di Perugia). L’incontro sarà introdotto dal professor Vincenzo Sorrentino, coordinatore dei Corsi di laurea in Scienze della Comunicazione.Tali corsi dell’Università di Perugia, organizzatori del confronto, vedono una parte considerevole della loro offerta formativa articolarsi nell’area tematica degli studi sui mezzi di comunicazione di massa e sulla comunicazione digitale.La comunicazione, anche quella che ha per oggetto gli eventi sportivi, viaggia sempre di più sulla rete. Tra tutti i media tradizionali la radio è quello che si è meglio integrato con la digitalizzazione: non ha cercato di combatterla ma l’ha sfruttata a suo favore. Anche nell’era digitale la radio rimane uno dei canali centrali di diffusione del pop: non l’hanno uccisa né gli mp3 né i social network.  Anzi si può dire che la radio è un social network ante litteram, in quanto conta molto l’interazione (il 70 per cento dei programmi tradizionali sono fatti di telefonate, di presenza degli ascoltatori).

Vai a inizio pagina
Sommario