Vai al contenuto principale

La giornata inaugurale del master di II livello in Gestione Sanitaria dell’Allevamento Ovino e Caprino si svolgerà giovedì 11 maggio 2017, ore 9.30, nell’Aula Magna del Dipartimento di Medicina veterinaria.

I lavori, moderati da Giovanni Filippini, Direttore sanitario dell’ Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell'Umbria e delle Marche e da Massimo Trabalza Marinucci, dell’Università di Perugia, saranno aperti dal saluto delle autorità: Franco Moriconi, Rettore dell’Atene di Perugia, Maria Teresa Mandara, Direttore del Master, Luca Mechelli,  Direttore del Dipartimento di Medicina Veterinaria, Silvano Severini, direttore generale dell’ Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell'Umbria e delle Marche, Giuseppe Blasi, del Ministero delle Politiche Agricole, R. Borrello, del Ministero della Salute, Ferdinanda Cecchini, Assessore regionale all’Agricoltura, Luca Barberini, Assessore regionale alla Sanità, Gianni Giovannini, dirigente regionale alla Prevenzione, sanità veterinaria e sicurezza alimentare.Seguiranno le comunicazioni di Maria Teresa Manfredi, Presidente Sipaoc, Pietro Pulina dell’Università di Sassari, Roberto Maddè, Direttore generale Aia, Sergio Capaldo (Associazione La Granda – Eataly), Sandro Bianchini, veterinario.  Il Master è riservato ai laureati in Medicina Veterinaria. Tuttavia, previa valutazione dei curriculum formativi, sono ammessi possessori di lauree appartenenti ad altri classi, nonché ai possessori di altro titolo equipollente conseguito all’estero, in discipline e tematiche attinenti, purché riconosciute idonee in base alla normativa vigente.Il Master, di durata biennale, fornisce competenze specifiche nell’ambito della sanità delle specie ovina e caprina in relazione alle diverse razze, attitudini e sistemi di allevamento. Ha l'obiettivo di formare una figura professionale che conosca i moderni metodi di selezione e miglioramento genetico finalizzati alla prevenzione delle malattie, le relazioni che intercorrono tra l’alimentazione e le tecnologie di allevamento e lo stato sanitario, l’infertilità, la qualità delle produzioni e il benessere animale. Inoltre, sia in grado di gestire i molteplici fattori che influenzano la salute e il benessere delle diverse razze di ovini e caprini nel rispetto della sostenibilità dell’impresa e dell’eco-compatibilità. Tale operatore dovrà conoscere e sapersi adeguare alle normative comunitarie del settore e valorizzare i prodotti tipici attraverso nuovi sistemi di garanzia della sanità e della qualità.Infine, il Master dà la possibilità di svolgere un periodo di stage presso strutture produttive, diagnostiche e di ricerca, oltre a garantire una formazione completa per un professionista con qualifiche rispondenti alle esigenze delle aziende del settore. In tal modo si gettano le basi per la definizione di relazioni lavorative in grado di evolvere in opportunità di impiego e di inserimento professionale.

Vai a inizio pagina
Sommario