Vai al contenuto principale

In pieno svolgimento “Scienza infusa”, incontri informali di divulgazione scientifica ospitati in alcuni caffè di Perugia, a maggio e a giugno, all’ora del thè; relatori sono scienziati di tutti i Dipartimenti dell’Università di Perugia. Martedì 16 maggio 2017, al Loft Café (Via dei Priori),  Elisa Moretti, del Dipartimento di Ingegneria, parlerà  di “Super-isolanti a base di aerogel: dalle missioni spaziali alla finestra di casa tua”.

  “Super-isolanti a base di aerogel: dalle missioni spaziali alla finestra di casa tua”. Le nuove disposizioni legislative per l’efficienza energetica e il traguardo, ormai prossimo, degli Edifici ad Energia Quasi Zero ci stanno spingendo verso la ricerca di soluzioni all’avanguardia per le vetrate, tipicamente viste come il punto debole dell’edificio.I sistemi con aerogel di silice in intercapedine  sembrano ad oggi le soluzioni avanzate più promettenti e da molti anni sono oggetto di ricerca e sperimentazione presso il Dipartimento di Ingegneria. L’aerogel è una sostanza solida nanoporosa dalle proprietà uniche, paragonabili a quelle di un gas: è caratterizzato dalla minor densità al mondo (mille volte meno denso del comune vetro) e si configura come un materiale super-isolante, con una conducibilità termica inferiore a quella dell’aria e a quella dei comuni isolanti opachi, che può essere anche trasparente o traslucido.Le applicazioni dell’aerogel sono le più disparate: dalle missioni spaziali, dove può essere impiegato per la cattura di microparticelle e per la realizzazione delle tute degli astronauti, passando per l’elettronica, fino ad arrivare all’arte con le “aero sculture”. Le peculiari proprietà chimico-fisiche lo rendono appetibile anche nel campo dell’edilizia, poiché esso può garantire ottime proprietà di isolamento dal calore e dal rumore, paragonabili a quelli della pareti opache, combinate però con una buona capacità di trasmissione della luce naturale.Per le finestre super-isolanti con aerogel, la sfida per il futuro è ottimizzare le prestazioni e renderle competitive sul mercato, fino all’impiego nelle nostre case. I successivi incontri:Mercoledì 17 maggio 2017: Umbrò - Silvana Diverio: “I cani sono i migliori amici dell’uomo”;Giovedì 18 maggio 2017: Vivace – Filippo Ubertini: “Il monitoraggio sismico per la conservazione preventiva delle costruzioni storico-monumentali: esperienze a seguito della sequenza sismica del centro Italia 2016-2017”.

Vai a inizio pagina
Sommario