Vai al contenuto principale

Domani, martedì 6 giugno 2017, al Wine Bar Vivace (Corso Vannucci), alle ore 16,  il professor   Giorgio Repetto, del Dipartimento di Giurisprudenza, terrà la conferenza “La costituzione e i diritti in Europa: unità o pluralismo?”; si svolge   nell’ambito di “Scienza infusa”, il ciclo di sedici incontri informali di divulgazione scientifica ospitati in alcuni caffè di Perugia, a maggio e a giugno, all’ora del thè.

 

“La costituzione e i diritti in Europa: unità o pluralismo?”

La costruzione normativa e istituzionale dell’Europa si trova oggi in un punto di svolta. Da vari punti di vista, le premesse che hanno segnato l’ascesa dell’ideale europeo negli ultimi sessant’anni sembrano oggi appannate, per ragioni legate all’impasse in cui si trovano le istituzioni dell’Unione Europea e per le reazioni che derivano dalle opinioni pubbliche nazionali sempre più euroscettiche. Troppo spesso, tuttavia, si dimentica che l’Europa ha costituito dopo la seconda guerra mondiale un laboratorio di idee giuridiche e costituzionali che ne hanno consentito (insieme ad altri fattori) l’affermazione come modello politico e sociale alternativo alle altre grandi potenze mondiali. Ad es., l’Europa (anche al di là dell’Unione europea) è stato il contesto in cui ha preso forma un sistema di protezione dei diritti fondamentali preso a modello in altre realtà. Garantire la permanente vitalità dell’ideale europeo vuol dire oggi prendere atto che quel sistema non può evolvere verso la forma-Stato ma deve fare i conti con forme flessibili e pluraliste di integrazione.

Giorgio Repetto è professore associato di Istituzioni di diritto pubblico presso il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli studi di Perugia, dove insegna European constitutional law. È stato ricercatore nel medesimo dipartimento dal 2007 al 2015. Dottore di ricerca in Diritto costituzionale e diritto pubblico generale presso l’Università Sapienza di Roma, ha ricevuto per le sue ricerche il Premio Ruffini dell’Accademia dei Lincei e il Premio Sergio Panunzio, attribuito nel 2012 dall’Associazione italiana dei costituzionalisti per la migliore opera prima monografica. È attualmente nella redazione della rivista Diritto pubblico e condirettore di Diritti comparati, blog e rivista telematica sui temi del diritto europeo e comparato.

Autore di numerose pubblicazioni su riviste italiane e straniere, è autore e curatore di quattro monografie. I suoi temi di ricerca toccano la teoria e la storia costituzionale, i diritti fondamentali in prospettiva interna e comparata, la giustizia costituzionale e il diritto costituzionale europeo.

I successivi incontri:

Mercoledì 7 giugno 2017: Loft Café (Via dei Priori, 6) – Uliano Conti: “Analisi del terrorismo. L’importanza di un approccio scientifico a una sfida sociale”

Giovedì 8 giugno 2017: Umbrò (Via Sant'Ercolano, 2)  - Andrea Cardoni: “L’era delle reti di impresa e delle collaborazioni strategiche tra piccole e medie imprese (PMI) alba o tramonto?”.

 

Vai a inizio pagina
Sommario