Vai al contenuto principale

Domani, giovedì 8 giugno 2017, ad Umbrò (Via Sant’Ercolano, 2), alle ore 16, il professor   Andrea Cardoni, del Dipartimento di Economia, terrà la conferenza “L’era delle reti di impresa e delle collaborazioni strategiche tra Piccole e Medie Imprese (PMI): alba o tramonto?” che si svolge nell’ambito di “Scienza infusa”, il ciclo di sedici incontri informali di divulgazione scientifica ospitati in alcuni caffè di Perugia, a maggio e a giugno, all’ora del thè.

 

“L’era delle reti di impresa e delle collaborazioni strategiche tra Piccole e Medie Imprese (PMI): alba o tramonto?”

Le crescenti complessità del business environment e le riconfigurazioni strutturali innescate dalle evoluzioni tecnologiche e sociali del mondo globalizzato (Open society, open innovation, industria 4.0, ecc.) richiedono alle imprese, soprattutto le PMI, l’attivazione di processi collaborativi con cui potenziare i propri profili strategici ed operativi.

La letteratura scientifica sta seguendo da anni il fenomeno delle collaborazioni interaziendali e i policy makers tentano di supportare in modo sempre più convinto le alleanze strategiche tra imprese. Le difficili condizioni di diffusione e sviluppo del contratto di rete, lo schema promosso dal legislatore italiano per incentivare le reti di impresa, sembrano tuttavia confermare le elevate criticità insite nel processo di riconfigurazione in senso reticolare, sollevando grandi sfide sotto il profilo imprenditoriale e manageriale (strategie e gli strumenti adottati dalle imprese) oltre che scientifico (ricerca delle migliori condizioni di operatività e di supporto alla ridefinizione, anche culturale, dei modelli di business).

Siamo di fronte all’albo o al tramonto della nuova era invocata da economisti e istituzioni?

Andrea Cardoni è attualmente ricercatore di Economia Aziendale presso il Dipartimento di Economia dell’Università degli Studi di Perugia, e ha ottenuto l’idoneità come Professore di seconda fascia nello stesso raggruppamento in seguito all’abilitazione scientifica nazionale. Ha conseguito il Dottorato di Ricerca in Programmazione e Controllo all’Università di Firenze e i suoi interessi di ricerca riguardano la strategia aziendale, le collaborazioni aziendali, il controllo di gestione e l’analisi delle performance. E’ referente nazionale del Gruppo di Lavoro sulle “Reti Aziendali e controllo relazionale” della società scientifica SIDREA (Società Italiana Docenti Ragioneria ed Economia Aziendale).

Vai a inizio pagina
Sommario