Vai al contenuto principale

Il workshop su BIG DATA in HEALTH, svoltosi nei giorni 29 e 30 giugno 2017 presso Villa Umbra di Pila (PG), ha chiuso i battenti raccogliendo notevole successo.

Promosso dall’Università degli Studi di Perugia, con la collaborazione dell’Università di Salerno e quella di Miami, ha visto la partecipazione di più di quaranta persone tra professori, ricercatori, professionisti sanitari, ingegneri, fisici e statistici all’insegna della multidisciplinarietà e di un approccio integrato delle tante informazioni  a disposizione dagli archivi sanitari elettronici.

Una domanda cruciale a cui si è cercato di dare qualche risposta è come valutare l'impatto attuale e prospettico degli Electronic Health Records o EHRs. Essi rappresentano dati di natura eterogenea, dipendenti dalla fonte generatrice e dai contesti di riferimento, per esempio, il contesto geografico, o la struttura medica, o l'ambiente tecnologico o altro ancora.I contesti sono definiti da variabili che influenzano le condizioni di salute delle persone. Lo scambio informativo dovuto alla e-connessione tra le variabili determina il loro grado di interoperabilità, e quindi di integrazione, tenendo in considerazione che “la conoscenza non dipende dalla quantità di dati che si hanno a disposizione, ma dal numero di connessioni che si riescono a determinare tra di loro”.

L’importanza dell’integrazione di dati clinici e amministrativi per il supporto alla ricerca e alla decisione clinica, è stato brillantemente affrontato da vari esperti nei campi della diagnostica per immagini, della farmacovigilanza, dei dati omics e microbiomica, della nefrologia e dell’ immunobiografia, delle condizioni socio-economiche e delle diseguaglianze di salute.

Oltre agli accademici e scienziati intervenuti da varie parti di Italia, si ringraziano i soggetti istituzionale – della Regione Umbria e dell’Azienda Ospedaliera di Perugia – ed i “giovani” in formazione in varie discipline che hanno arricchito il panorama conoscitivo con le loro puntuali e precise esposizioni dei lavori che stanno seguendo.

Gli organizzatori: Liliana Minelli, Luca Pieroni, Luca Salmasi per l’Università degli Studi di Perugia; Enrico Capobianco per l’Università di Miami; Sergio Pagano e Pierpaolo Cavallo per l’Università di Salerno

Gli organizzatori: Liliana Minelli, Luca Pieroni, Luca Salmasi per l’Università degli Studi di Perugia; Enrico Capobianco per l’Università di Miami; Sergio Pagano e Pierpaolo Cavallo per l’Università di Salerno

Vai a inizio pagina
Sommario