Vai al contenuto principale

Presentazione al convegno organizzato presso il Cnr dalla Fondazione Sorella Natura (Fsn) e dal Consorzio interuniversitario Ciriaf (Centro Interuniversitario di Ricerca sull'Inquinamento e sull'Ambiente) "Mauro Felli" del progetto mirato al contenimento del riscaldamento globale e delle migrazioni.  

Il progetto, denominato "Albedo for Africa" e finalizzato alla costruzione di cinquantamila villaggi ecosostenibili a "economia circolare" in Africa sub-sahariana, sarebbe finanziabile grazie al cosiddetto "mercato delle emissioni di anidride carbonica": i paesi virtuosi che riescono a limitare le emissioni sotto alla soglia prevista possono vendere le proprie quote a paesi che non riescono a rientrare nei parametri previsti dai protocolli internazionali.

 

32b6867e fd13 475a a37b 9eab82612995

(Il Prof. Franco Cotana del CIRIAF durante il suo intervento)

 

I villaggi, a pieno regime, sarebbero in grado di ospitare circa 100 milioni di persone, creando al contempo un "credito" in termini di emissioni, di circa 8 miliardi di tonnellate di CO2, per un controvalore stimabile nell'ordine di 250 miliardi di Euro.

Al CNR e' stato mostrato un apparato sperimentale con un sole artificiale (lampada a led) e due cupole trasparenti.
La superficie chiara ad elevato ALBEDO sotto la cupola è in grado di rinfrescare di ben 8 gradi l'atmosfera rispetto a quella della superficie scura (che simula l'attuale situazione atmosferica, ricca di CO2 a causa del riversamento annuale di oltre 34 miliardi di CO2 causato dalle attivita' umane). La cosiddetta "riflettanza solare" della Terra e dei mari e' di solito molto bassa (solo il 10%), quindi assorbe la radiazione, di modo che la coltre di CO2 impedisce a tale radiazione di disperdersi, causando il riscaldamento globale.
Viceversa, le superfici bianche ad elevato ALBEDO hanno una riflettanza solare maggiore del 90%, pertanto la radiazione non viene assorbita ma subito reinviata fuori dell'atmosfera, rinfrescando la Terra.

 

85fd8244 ee73 40a7 8ac3 f8f3a665e030

(Le due cupole)

Al termine della conferenza si è decisa la costituzione di un gruppo di lavoro composto da: Fondazione Sorella Natura, Ciriaf, Eni, Enel, Stamm e Telespazio per elaborare studi di fattibilità del progetto.

Sono state inoltre insignite del titolo di Ambasciatrici degli Amici del Creato la giornalista del Corriere della Sera Elisabetta Soglio, responsabille dell'inserto Buone notizie e l’imprenditrice Nicoletta Spagnoli, mentre sono stati nominati Soci Benemeriti della Fondazione Sorella Natura la direttrice della "Fondazione Eni Enrico Mattei" Sabina Ratti e lo scienziato Gino Moncada Lo Giudice.

Vai a inizio pagina
Sommario