Vai al contenuto principale

Il Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale dell’Università degli Studi di perugia, nell’ambito della convenzione di ricerca dal titolo “Strategie rappresentative di ottimizzazione digitale della forma architettonica di case in legno in funzione del contesto”, attivata fra ABITARE+ e il Dipartimento d'Eccellenza, ha realizzato, con il coordinamento dei Proff. Fabio Bianconi e Marco Filippucci, una cosiddetta “camera di Ames”, utilizzando e adattando le medesime tecniche con cui l’azienda realizza case in legno a elevate prestazioni energetiche.

Si tratta di una camera, presentata anche a Expo Casa 2018, che inganna la prospettiva dell’osservatore e ne altera la percezione della realtà, facendo apparire oggetti e persone più grandi o più piccoli a seconda della posizione spaziale all’interno della camera, utilizzando un trucco prospettico utilizzato anche in famosi film, quali la saga cinematografica di Harry Potter o del Signore degli Anelli.

28424302 2046186965398198 3626312910571374540 o

Il gruppo di ricerca è composto anche da Alessandro Buffi, Giulia Pelliccia, Marco Seccaroni, Elisa Bettollini, Michela Meschini, Maria Pia Calabrò e Gianmaria Angelini e si occupa di ricerche nelle tecniche della rappresentazione, da cui conseguono strategie integrate per l'innovazione dell'architettura e la valorizzazione del paesaggio finalizzate all’ottimizzazione di soluzioni, con particolare interesse nell’ambito del Digital Wood Design.

Vai a inizio pagina
Sommario