Vai al contenuto principale

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha completato l’esame e la valutazione delle domande pervenute per la costituzione dei Centri di competenza ad alta specializzazione su tematiche Industria 4.0. Fra le proposte pervenute, il Ministero ha approvato anche il progetto “Artes 4.0”, al quale partecipa l’Università degli Studi di Perugia: sono in tutto otto i Centri di competenza ammessi alla fase negoziale con il Ministero, in vista dell'accesso a oltre 70 milioni di finanziamenti pubblici.

“Artes 4.0” è coordinato dalla Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa e si è classificato al quarto posto nella graduatoria del MISE;  l'area di alta specializzazione di riferimento è quello della robotica avanzata e tecnologie digitali abilitanti collegate. Obiettivo di “Artes 4.0”è quello di aiutare le imprese (dalle grandi alle piccolissime) a innovare prodotti e processi, per mantenere e creare posti di lavoro solidi e di qualità, rafforzando le attuali professionalità in campo industriale,

Per l’Ateneo di Perugia partecipano ad “Artes 4.0” i tre Dipartimenti di Eccellenza di Area scientifico-tecnologica e cioè Dipartimento di Chimica, Biologia e BiotecnologieScienze Farmaceutiche e Ingegneria Civile e ambientale, e ricercatori di chiara fama con expertise nei settori di interesse del progetto afferenti ai Dipartimenti di Ingegneria e di Matematica e Informatica.

Il professor Loris Nadotti, inoltre, è stato nominato rappresentante dell’Università perugino nello Steering Committee del progetto.

Fanno parte di “Artes 4.0” 13 tra università (fra cui Perugia) e centri di ricerca, e 146 imprese selezionate tramite un avviso pubblico, le quali costituiranno il “motore” del centro di competenza.

I Centri di competenza dovranno svolgere attività di orientamento e formazione alle imprese, di supporto nell'attuazione di progetti di innovazione, ricerca industriale e sviluppo sperimentale per la realizzazione, da parte delle imprese fruitrici (in particolare delle Pmi) di nuovi prodotti, processi o servizi (o al loro miglioramento) tramite tecnologie avanzate in ambito Industria 4.0.

Vai a inizio pagina
Sommario