Vai al contenuto principale

Si è svolta ieri, presso il Complesso monumentale di San Pietro, il Career Day dell'Università degli Studi di Perugia, con la presenza di ben 50 aziende (eccellenze a livello locale, ma anche nazionale e internazionale) e di moltissimi giovani, studenti, laureandi e neo-laureati, che hanno affollato aule e chiostri per avere informazioni e conoscere le opportunità d’impiego, in vista del loro inserimento nel mondo del lavoro.

Un successo, dunque, per l’iniziativa organizzata dal Servizio Job Placement dell’Ateneo, un'autentica occasione di networking per favorire una sinergia sempre più stretta tra mondo degli studi e mondo del lavoro.

L’apertura ufficiale della manifestazione, ieri mattina, coordinata dal professor Francesco Tei, direttore del Dipartimento di Scienze agrarie, alimentari e ambientali, ha visto gli interventi del Magnifico Rettore Franco Moriconi e del professor Alessandro Campi, Delegato del Rettore al Job Placement e rapporti con le imprese.

“Un’iniziativa importantissima, grazie al Servizio Job Placement e al professor Campi, per cercare di aiutare i giovani nella ricerca del lavoro in questo momento storico difficile – ha detto il professor Moriconi -. Un modo per manifestare la sensibilità e l’attenzione concreta dell’Ateneo di Perugia in questo settore e far comprendere che non abbandoniamo  i nostri ragazzi il giorno della laurea, ma che li accompagniamo sia durante il periodo di studi siaal loro termine nella ricerca dell’occupazione. Dai dati che abbiamo possiamo dire che per i nostri laureati ci sono riscontri significativi sul piano occupazionale. In generale, l’Ateneo vive una fase di ripresa, come testimoniano gli studenti che vengono dall’estero e da fuori regione, comprese le aree dell’Italia che di solito non frequentavano l’Università di Perugia. Tutto questo grazie al gran lavoro di squadra che abbiamo portato avanti in questi anni”.

“Un’edizione da record per numero di aziende intervenute e per le presenze dei ragazzi – ha evidenziato il professor Campi -. Aziende che rappresentano eccellenze a livello territoriale come la Brunello Cucinelli, l’Alcantara, la Isa, SoGeSi, e anche multinazionali quali multinazionali Acciai Speciali Terni, Nestlè, Procter & Gamble, solo per citarne alcune: imprese importanti che possono dare lavoro vero. Il Career Day, in questa splendida e irrinunciabile sede del Complesso Monumentale di San Pietro, rappresenta un momento importante, inserito però in un’attività che quotidianamente, come Atene di Perugia, portiamo avanti con le nostre strutture e i nostri uffici: incontri periodici con imprese, workshop, presentazioni aziendali, creazione di banche dati, monitoraggio del mondo del lavoro: un universo che cambia rapidamente e che ci impone continui aggiornamenti”.

 

tavolo career 3

(Il Prof. Campi, il Rettore Moriconi e il Prof. Tei)

 

Presenti alla kermesse anche i punti informazione delle istituzioni che hanno aderito alla giornata: Regione Umbria, Comune di Perugia, Sviluppumbria, Confindustria Umbria e Camera di Commercio di Perugia.

Nel corso della mattinata di ieri, nel primo chiostro, è stata anche inaugurata l'installazione dell'opera "EARTH due parole sul futuro", degli artisti Ornella Ricca e Pietro Spagnoli, illustrata dalla professoressa Cristina Galassi, direttore del Centro di Ateneo per i Musei Scientifici dell'Ateneo -: 552 frammenti di terracotta (ostraka), le cui ‘parole’ appartengono a 550 studiosi e ricercatori di novanta fra Accademie, Università e Centri di Ricerca nel mondo. L’Ateneo perugino ha collaborato alla creazione di 23 ostraka: le parole incise formano, in maniera simbolica, una grande intelligenza collettiva che con la voce di tanti studiosi cerca di stimolare riflessioni sul passato, presente e futuro del Pianeta.

 

earth 3

(L'inaugurazione dell'opera d'arte "Earth")

Presenti all’illustrazione dell’ opera d’arte gli scolari delle terze classi della Primaria “XX Giugno” che hanno donato al Rettore Moriconi un opuscolo a fumetti, realizzato dagli allievi della scuola, dedicata alla battaglia del 20 giugno 1859.

 

Vai a inizio pagina
Sommario