Vai al contenuto principale

A Palazzo Murena, sede del Rettorato, si è svolto l’International Welcome Day, l’iniziativa con la quale l’Ateneo di Perugia ha dato il benvenuto agli studenti, provenienti da diversi Paesi, giunti in Umbria per svolgere un soggiorno di studio nel capoluogo umbro nel secondo semestre.

“Il numero degli studenti che scelgono Perugia per un periodo di studi è in aumento, nell’ordine del 15% negli ultimi quattro anni - ha detto la professoressa Elena Stanghellini, Delegato del Rettore alle Relazioni internazionali -. Sono circa 600 ogni anno, da 31 Paesi; in maggioranza donne, oltre il 67%. Questo incremento è frutto delle attività che sono state intraprese: Erasmus, accordi bilaterali con sedi anche fuori dall’Europa, i ‘doppi titoli’, tre azioni diverse che tutte hanno riscosso successo. Oggi diamo il benvenuto a circa 200 studenti che vengono per il secondo semestre; nel primo semestre erano stati circa 400. Numeri che confermano la vocazione internazionale del nostro Ateneo. I Dipartimenti dell’area medica attraggono la maggior parte degli studenti, a seguire Economia e Lettere - lingue, letterature e civiltà antiche e moderne. La nazione europea più rappresentata è la Spagna, seguita da Turchia, Germania, Francia e Polonia. Molti studenti vengono anche da Paesi extra-europei, quali Russia, Cina, senza dimenticare coloro che giungono dalle Americhe”.

La professoressa Stanghellini ha illustrato poi le peculiarità dello Studium, di Perugia, dell’Umbria e ha presentato sia lo staff delle Relazioni internazionali dell’Ateneo, sia i Buddy di Dipartimento, sia i ragazzi dell’Erasmus Student Network pronti a sostenere i ragazzi ospiti a Perugia per ogni necessità.

Ai giovani ha fatto pervenire il saluto il Magnifico Rettore Franco Moriconi. “Oggi diamo il benvenuto a tanti giovani provenienti da decine di paesi stranieri per frequentare da noi le lezioni del secondo semestre: vogliamo che qui, nel nostro Ateneo, si sentano a casa – ha scritto il Rettore Moriconi -. Lo sforzo di questi ultimi anni sul fronte dell’internazionalizzazione è stato volto proprio a questo, ad abbattere i confini tra la nostra e le istituzioni accademiche di tutto il mondo. Questo sforzo è stato premiato e oggi ne abbiamo un’ulteriore conferma.”

Al termine dell’incontro sono stati consegnati agli studenti i diplomi dei corsi di lingua italiana.

 

diploma 1

(La consegna dei diplomi con, da sinistra, la Prof.ssa Elena Stanghellini, una studentessa Erasmus+ e la Dott.ssa Alessandra Tunno dell'Area Relazioni Internazionali)

 

Vai a inizio pagina
Sommario