Vai al contenuto principale

Il nuovo corso di dottorato internazionale e industriale dell’Università degli Studi di Perugia in “Civil and Environmental Engineering” prenderà avvio con l’inizio dell’anno accademico 2019-2020.

Il corso, incardinato nel Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale e coordinato dal professor Filippo Ubertini, è co-finanziato nell’ambito del progetto di sviluppo del Dipartimento proponente finanziato dal Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca nell'ambito del programma dei Dipartimenti di Eccellenza 2017. Mira alla formazione e all'avanzamento delle conoscenze scientifiche nell'ambito della prevenzione, previsione e mitigazione dei rischi naturali, prevalentemente di natura sismica e idrogeologica, sull’ambiente costruito, così come della progettazione e gestione dei sistemi complessi e delle infrastrutture dell'Ingegneria Civile.

 

rischio sismico 2

 

L’avvio del nuovo corso di Dottorato, che ha già ricevuto l’accreditamento da parte dell’ANVUR (Agenzia Nazionale di Valutazione del Sistema Universitario), è stato anticipato di un anno rispetto al cronoprogramma previsto nel progetto del Dipartimento di eccellenza.

Il grande interesse per il nuovo corso è testimoniato dalle oltre quaranta candidature pervenute dall’Italia e dall’estero, che in questi giorni sono al vaglio della Commissione di Selezione incaricata di scegliere gli allievi più meritevoli.

Sono dodici in totale i posti che sono stati messi a bando per il XXXV Ciclo di Dottorato (A.A. 2019-2020) dei quali quattro con borsa di studio finanziata dall’Ateneo, uno con borsa di studio co-finanziata al 50% dall’azienda Solomeo Srl e dal Dipartimento proponente (responsabile scientifico professor Paolo Belardi), uno finanziato interamente dal Dipartimento proponente e uno con assegno di ricerca riservato ad un candidato particolarmente meritevole che ha conseguito il titolo all’estero, anch’esso interamente finanziato dal Dipartimento proponente.

A questi posti si aggiungono due posti riservati a dipendenti dell’azienda AcegasApsAmga S.p.A. di Padova (Responsabile Scientifico Prof. Bruno Brunone) e un posto riservato a dipendenti dell’azienda Tarkett Spa di Terni (Responsabile Scientifico Prof. Luigi Torre), oltre a due posti senza borsa.

Il Dottorato vanta, inoltre accordi, di collaborazione con prestigiose istituzioni di ricerca internazionali, tra cui il Technion in Israele, l’Università di Liegi in Belgio, la Sungkyunkwan University in Corea e l’Iowa State University negli Stati Uniti.

Durante i tre anni del Dottorato, gli allievi trascorreranno di regola un periodo di studio e perfezionamento all’estero che andrà dai sei ai dodici mesi in una delle sedi partner o nelle sedi con le quali i membri del Collegio dei Docenti intrattengono solidi rapporti di collaborazione scientifica, pervenendo in molti casi al conseguimento del doppio titolo.

Al Collegio dei Docenti del Dottorato afferiscono ventisette docenti e ricercatori del dipartimento proponente e dieci studiosi di fama internazionale provenienti da Stati Uniti, Europa e da Israele.

Vai a inizio pagina
Sommario