Vai al contenuto principale

Il Dipartimento di Medicina Veterinaria e l’omologo corso di laurea, in seguito all’audit da parte dell’EAEVE (European Association of Establishments for Veterinary Education) ha ricevuto lo status ufficiale di corso accreditato.

EAEVE è stata fondata nel 1988 con il compito di promuovere e migliorare gli standard nelle scuole di Medicina Veterinaria in Europa e di decidere in merito all’attribuzione ai corsi di laurea lo status di approvato (“approved”, livello qualitativo di base) o di accreditato (“accredited”, livello qualitativo avanzato).

Il recente accreditamento, dopo una serie di visite, audit, controlli e suggerimenti, è la conclusione di un iter che ha visto, sin dal 2008, i docenti e il personale tecnico del Dipartimento di Medicina Veterinaria impegnati per il miglioramento continuo delle procedure, quando l’allora Facoltà ottenne lo status iniziale di corso approvato.

Nella cerimonia che si è tenuta ieri 13 novembre, alla presenza del Magnifico Rettore Professor Maurizio Oliviero, del Direttore del Dipartimento di Medicina Veterinaria Professor Fabrizio Rueca e di tutto il corpo accademico e del personale tecnico-amministrativo, la commissione di esperti dell’EAEVE, per il tramite del coordinatore del gruppo, Professor Thierry Chambon, ha proclamato  il raggiungimento dell’ambito traguardo che pone Perugia a fianco di Bologna e Milano come unici corsi di laurea in Medicina Veterinaria ad aver ottenuto l'accreditamento.

Il gruppo di lavoro che ha affiancato i direttori del dipartimento (Professor Luca Mechelli direttore uscente e Professor Fabrizio Rueca, direttore neoeletto) nella stesura e revisione delle procedure che hanno portato al raggiungimento dell’eccellente risultato, coordinato dalla Professoressa Maria Teresa Mandara, è costituito dai Professori Chiara Brachelente, Sara Nannarone, Lakamy Sylla, Beniamino Cenci Goga, Fabrizio Passamonti, Andrea Verini Supplizi, Cecilia Dall’Aglio, Francesco Porciello e Massimo Trabalza Marinucci, dalla dottoressa Nicla Furiani, libero professionista, e dalle studentesse Federica Giulivi, Margherita Polidori Linda Rutigliano.

 

Vai a inizio pagina
Sommario